Buxus (Bosso)

 Descrizione

Questo genere di arbusti sempreverdi è probabilmente uno dei più utilizzati in giardino e hanno avuto un passato addirittura glorioso nei giardini rinascimentali italiani e francesi quando la maggior parte delle siepi erano formate da queste piante. Dopo un periodo di scarso utilizzo, rieccole in tutta la loro bellezza formale sia in giardini moderni che in quelli più country.

Sono facilmente riconoscibili per le foglie piccole, fitte, coriacee, verde scuro o chiaro ma sempre lucide. La forma dei bossi è in genere arrotondata che con l’età diventa frondosa e irregolare. Questo accade quando le piante vengono abbandonate alla loro crescita naturale, mentre il giusto atteggiamento è di seguirle con frequenti potature.

La specie più utilizzata il Buxus sempervirens (foto), può raggiungere l’altezza massima di 6 metri. Senza dubbio tra le piante più utilizzate per l’arte topiaria.

 Altre specie di Bosso

Buxus balearica, molto simile al sempervirens, presenta foglie ellittiche, coriacee e di color verde brillante.
Buxus bodinieri, sempreverde a foglia larga che raggiunge mediamente i 4-5 metri di altezza.
Buxus harlandii, con foglie opposte, semplici, coriacee, lucenti e di color verde scuro; i fiori primaverili poco appariscenti sono di color giallo-crema.
Buxus microphylla, sempreverde con foglie verde brillante, ovali, con la punta arrotondata o dentellata.
Buxus sinica var. insularis, con piccole foglie ellittiche di color verde brillante, che virano verso il bronzo con l´arrivo dell´autunno.
Buxus wallichiana, originario delle montagne di Nepal ed Himalaya, ha portamento eretto con rami dalla corteccia color grigio cenere e foglie strette e lanceolate.

 Coltivazione del Bosso

Sono tutto sommato arbusti rustici; il sole, l’ombra, il terreno argilloso e persino il calcare non gli fanno paura.

Se non avete fretta, dato che crescono lentamente, è consigliabile partire da giovani piante che danno meno problemi di attecchimento e cosa da non sottovalutare, sono molto più economiche.

Per mantenere una forma regolare (obbligata) a siepi o piante singole si deve potare almeno 2 volte all’anno: fine inverno e luglio-agosto. Concimare con fertilizzante organico tipo letame pellettato o compost.

 Foto Gallery
Buxus balearica

Buxus balearica

Buxus harlandii

Buxus harlandii

Winter Gem Boxwood (Buxus microphylla ´Winter Gem´)

Buxus microphylla ´Winter Gem´

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Buxaceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Altezza massima 600 cm, diametro 200 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Piccole, coriacee e lucide
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Si adatta ad ogni clima fino a -25 °C
Terreno:
Qualsiasi, ma preferibilmente fertile e ben drenato
Potatura:
Necessaria per mantenere la forma desiderata
Curiosità:
Tra le piante più utilizzate per l’arte topiaria
Schede Correlate

Prunus

 Descrizione Ampio genere che comprende sia specie caduche che sempreverdi, nonché gli alberi che troverete nell’apposita sezione. I caducifogli sono estremamente interessanti per le fioriture appariscenti e vengono volgarmente chiamati […]

Hibiscus

Ampio genere che comprende perlopiù arbusti caduchi (o sempreverdi) dalla fioritura vistosa, esuberante e dall’aspetto “esotico”. I colori sono vivaci, dal bianco al porpora scuro (comprese molte sfumature di blu […]

Chaenomeles

 Descrizione I Chaenomeles, chiamati anche Cydonia, sono facilmente riconoscibili per i fiori precocissimi, di solito prima delle foglie, rossi, rosa o bianchi a forma di coppa. In certe annate sono […]