Chimonanthus praecox (Calicanto d´inverno)

 Descrizione

Conosciuto in italiano come “calicanto d’inverno”, introdotto in coltivazione nel 1766, è un grande arbusto spogliante, alto fino a 4 metri e con portamento allargato, caratterizzato dalla precoce, abbondante, e profumatissima fioritura.

Spesso i rotondi bottoncini  si aprono già in dicembre/gennaio sui rami nudi, e, pur essendo poco appariscenti nel loro colore giallo pallido con cuore porpora (dimensioni: circa 2,5 cm) sono tuttavia gradevoli per l’aspetto ceroso e insolito: nelle giornate più tiepide l’inconfondibile profumo si sente a molti metri di distanza; ottimi anche come fiori recisi, seppure di breve durata.

Le foglie, che conferiscono alla pianta una certa solidità e plasticità,  sono lanceolate, opposte, ruvide sulla pagina superiore, lunghe circa 20 cm e di color verde medio: se stropicciate emanano un tipico aroma.

Il nome deriva dal greco chimón = inverno e ánthos =fiore.

 Coltivazione

Cresce facilmente in ogni terreno ben drenato, anche calcareo, in pieno sole; in zone ventose meglio scegliere una posizione riparata, poiché il fogliame giovane è facilmente danneggiato, “frustato” dalle raffiche.

Generalmente rustico fino a -20 °C, non ha bisogno di molte innaffiature, salvo all’impianto e durante periodi particolarmente caldi e siccitosi.

Meglio se lasciato crescere liberamente, può tuttavia trarre giovamento da potature di ringiovanimento, da effettuarsi subito dopo la fioritura.

 Varietà

Chimonanthus praecox ‘Grandiflorus’: varietà caratterizzata da fiori grandi (circa 4,5 cm) giallo intenso con i petali interni abbondantemente picchiettati di rosso.
Chimonanthus praecox ‘Luteus’(sin. ‘Concolor’): fiori giallo-chiaro leggermente più grandi  e più tardivi rispetto alla specie; petali interni gialli.
Chimonanthus praecox ‘Parviflorus’: presenta fiori piccoli color giallo pallido, lunghi circa 1 cm.

 Foto Gallery

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Calycanthaceae
Fiori:
Dimensioni:
Irrigazione:
Concimazione:
Foglie:
Esposizione:
Temperature:
Terreno:
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Escallonia

 Descrizione Sono arbusti compatti e fitti, talvolta ricadenti, non molto alti, non superano mai i 150-200 cm. Sempreverdi, dalle foglie lucide e scure, ovali e piccole. L’aspetto più interessante sono […]

Hippophae

 Descrizione La specie più utilizzata di questo arbusto spinoso e non privo di attrattiva è l’Hippophae rhamnoides (foto), ovvero l’olivello spinoso. E’ facilmente riconoscibile per il portamento eretto (ma se […]

Poncirus

Descrizione Pianta interessante dal punto di vista ornamentale per il portamento arrotondato e i rami verdi dotati di spine, nonché per i numerosi frutti autunnali non commestibili (non tossici, ma […]