Syringa x laciniata

 Descrizione

Ibrido tra Syringa protolaciniata e Syringa vulgaris, è un delizioso arbusto spogliante di taglia media (alto e largo intorno ai 2 metri) e, per il portamento aggraziato e l’abbondante e profumatissima fioritura dovrebbe trovare posto in ogni giardino.

Le sue origini sono antiche e oscure (probabilmente un incrocio “spontaneo” nel sudovest asiatico) e fu introdotto in Europa dalla Turchia nel diciassettesimo secolo; le scarsissime notizie riguardo alle origini e la somiglianza con Syringa protolaciniata (a sua volta conosciuta anche come Syringa afghanica) hanno spesso generato confusioni nella nomenclatura e nell’attribuzione, e ora questo ibrido ha un posto a sé nel genere di appartenenza.

La Syringa x laciniata può avere foglie intere e variamente pinnate (da tre a nove lobi) sullo stesso ramo, di dimensioni medio-piccole, e in primavera si copre di fiori color malva dal profumo intenso e caratteristico, riuniti in pannocchie terminali morbidamente arcuate.

Coltivazione

La Syringa x laciniata è una pianta facile, di scarse esigenze, adatta ad ogni terreno ben drenato, in pieno sole o mezz’ombra. Poiché fiorisce sui rami dell’anno precedente è bene potare, se necessario, subito dopo la fioritura. Rustica sino a -25 °C. 

Foto Gallery

Per le foto e i testi si ringrazia Rosanna Castrini

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Oleaceae
Fiori:
Dimensioni:
Irrigazione:
Concimazione:
Foglie:
Esposizione:
Temperature:
Terreno:
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Colutea

 Descrizione L’unico rappresentante del genere che interessa il mondo del giardino è la Colutea arborescens (foto). Si riconosce per i fiori gialli simili a quelli dei piselli, prodotti da metà […]

Euryops pectinatus

 Descrizione Vigoroso arbusto sempreverde, Euryops pectinatus è una pianta della famiglia delle Asteraceae originaria del Sud Africa. Il nome del genere, deriva dal greco ´eurys´ (grande) e ´ops´ (occhio), in […]

Crataegus

 Descrizione I biancospini sono degli arbusti caducifogli dalla forma arrotondata, espansa e opportunamente formati sono reperibili anche ad alberello. Si riconoscono per le foglie lobate. Ma soprattutto per i piccoli […]