Cotula

 Descrizione

Inconfondibili per l’aspetto di morbido cuscino o tappezzanti molto prostrate e aderenti al terreno. La rappresentante più conosciuta e originale è Cotula hispida (foto), dalle foglie sottili e filiformi, morbidissime al tatto, che formano cuscini alti non più di 15 cm argentati. I fiori sono costituiti da capolini arrotondati giallo intenso portati su esili steli sopra le foglie.

 Altre specie

Cotula coronopifolia, originaria del Sudafrica, presenta graziosi capolini gialli. Ottima pianta da bordura, per creare una zona “colorata” per tutta l´estate.
Cotula lineariloba, con basso fogliame e lunghi steli sui quali compaiono fiori gialli tipici della specie.
Cotula minor, con foglie molto piccole, simili a quelle della felce.
Cotula squalida, sempreverde con una altezza massima di 2-2,5 cm, forma un tappeto di piccole foglie verdi, che virano verso il bronzo in inverno.

 Coltivazione

Sono erbacee ideali per il giardino roccioso, (anche piccolo), in posizione soleggiata e asciutta, assolutamente priva di ristagni idrici. Sono piante adatte anche alla coltivazione in vaso e  immancabili nei giardini sensoriali come piante da “toccare”.

Al termine della fioritura è bene asportare i capolini sfioriti e fertilizzare in primavera con concime minerale a lenta cessione.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Capolini arrotondati giallo intenso
Dimensioni:
Non superano i 15 cm
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Sottili e filiformi
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Trollius

 Descrizione Piante originarie dei pascoli montani, freschi e umidi, dove la specie più comune è Trollius europaeus. Da questa specie e da altre ne sono derivate alcune varietà, selezionate per la […]

Helleborus niger

 Descrizione Comunemente chiamata Rosa di Natale, Helleborus niger è una pianta da fiore sempreverde della famiglia delle Ranunculaceae. Il nome deriva dalle parole greche Helein che significa ferita e Bora […]

Alchemilla

 Descrizione Pare che il nome Alchemilla derivi dalla parola “alchimista”, ovvero colui che all’origine della medicina usava prelevare di buon mattino la rugiada depositata sulle foglie di questa interessante erbacea […]