Caryopteris

 Descrizione

Dal punto di vista ornamentale l’unico rappresentante valido di questo genere è un incrocio tra due specie del medesimo genere che hanno dato vita a Caryopteris x clandonensis. Da questo sono state selezionate alcune varietà che si differenziano per l’intensità di colorazione dei fiori e per il fogliame più o meno variegato.

Si tratta comunque di piccoli arbusti (non più alti di 130 cm) dalla forma globosa e dall’aspetto morbido come una nube. L’effetto è reso anche dal colore del fogliame (aromatico) caduco e stretto, appena seghettato, verde grigio che in certi momenti è quasi azzurro.

Così come i fiori, abbondanti, blu intenso (dal quasi porpora all’azzurro a seconda della varietà), piccoli ma riuniti in dense infiorescenze portate agli apici dei rametti flessuosi, da metà a fine estate.

 Principali varietà

Caryopteris x clandonensis ´Grand Bleu´ (foto), che fiorisce in tarda estate.
Caryopteris x clandonensis ´Heavenly Blue´, con fiori azzurro-viola che fioriscono da fine estate fino all´autunno.
Caryopteris x clandonensis ´White Surprise´, con fiori blu-azzurro e foglie verdi variegate bianco crema.
Caryopteris x clandonensis ´Worcester Gold´, con foglie che virano al giallo e fiori blu.

 Coltivazione Caryopteris

I Caryopteris amano il sole, per poter fiorire meglio, anche se si adattano a diversi tipi di terreno, ma fertile e ben drenato, anche se un po’ calcareo e argilloso. Si utilizzano per siepi miste non troppo alte, in giardini o macchie dedicate alle farfalle e alle api in particolare e anche come piante singole in vaso.

Unico neo la temperatura che d’inverno non dovrebbe scendere sotto i -8° -10° C. Irrigazioni di soccorso in caso di siccità e concimazione annuale autunnale con concime organico. Si potano a fine inverno anche severamente tagliando basso e lasciando solo le prime gemme. Da qui si sviluppano i lunghi getti semilegnosi che vanno a fioritura d’estate.

 

Caryopteris x clandonensis ´Heavenly Blue´

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Lamiaceae
Fiori:
Piccoli, riuniti in grappoli o infiorescenze blu o azzurre
Dimensioni:
Irrigazione:
Non necessaria, ma evitare periodi siccitosi troppo prolungati
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Caduco e stretto, appena seghettato, verde grigio che in certi momenti è quasi azzurro
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -10 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Schede Correlate

Lavandula stoechas

 Descrizione Molto diffusa nel bacino del Mediterraneo, la lavanda selvatica è un arbusto sempreverde, che raggiunge i 60-80 di altezza per altrettanti di diametro. Presenta foglie grigio-verdi, lineari o lineari-lanceolate, […]

Lonicera

 Descrizione Arbusti sempreverdi o caducifogli che comprendono anche molte specie rampicanti, vedi Lonicera nella sezione piante rampicanti. Nei vivai sono reperibili sia le specie e varietà  a forma eretta e […]

Laurus

 Descrizione C’è un po’ di confusione tra gli appassionati ma proviamo a mettere ordine. I Laurus non sono da confondere con i Prunus Laurucerasus ovvero il Lauroceraso da siepe. La […]