Lespedeza

 Descrizione

A torto poco utilizzata, meriterebbe senz’altro più attenzione da parte di tutti i giardinieri per la esuberante fioritura estiva. L’unica specie ornamentale è la Lespedeza thunbergii (foto), una leguminosa dalla forma ampia e ricadente, con fogliame caduco e composto. La si riconosce facilmente in fioritura per il gran numero di fiori papilionacei rosso-lilla portati in grappoli su tutta la lunghezza dei lunghi rami flessuosi.

Il periodo di fioritura è inusuale, ovvero al termine dell’estate e all’inizio dell’autunno, quando è sempre difficile reperire arbusti fioriti. I rami spesso presentano “scopazzi” terminali che ne rovinano l’aspetto anche se molti li trovano “interessanti”.

  Principali specie e varietà  di Lespedeza

Lespedeza bicolor, originaria del Giappone, è un arbusto dal portamento eretto, che tollera l´ombra e che viene talvolta impiegato per combattere l´erosione del suolo; presenta piccoli fiori dal bianco al viola-fucsia.
Lespedeza buergeri, arbusto che si può trovare anche allo stato spontaneo, la specie tipo produce in estate fiori fucsia mentre esistono varietà anche a fiore bianco e a fiore giallo.
Lespedeza japonica, ovviamente originaria del Giappone, produce fiori bianchi in agosto-settembre.
Lespedeza thunbergii ´White Fountain´, un arbusto di medie dimensioni con fiori bianchi che fioriscono in agosto-settembre.
Lespedeza thunbergii ´Albiflora´, un arbusto deciduo che fiorisce in settembre-ottobre, con fiori bianchi, portati da lunghi rami arcuati.

 Coltivazione Lespedeza

Arbusto rustico e di facile coltivazione vuole terreni fertili e ben esposti. Il suo utilizzo più classico è alla sommità di una scarpata da dove può ricadere con tutta la lunga chioma e relativa fioritura. Però può vegetare bene anche sul terrazzo in un ampio vaso.

Normalmente si interviene a fine inverno con una vigorosa potatura che elimini tutta la parte aerea che d’inverno deperisce al fine di stimolare la produzione dal colletto di nuova vegetazione. Ne più e ne meno di ciò che si fa con moltissime erbacee perenni.

Altra buona norma è quella di pacciamare con strame fogliare, humus o compost la base della pianta al fine di proteggerne la futura emissione di nuovi getti. Concimare con fertilizzante organico in primavera.

 Foto Gallery
Lespedeza
Lespedeza
Lespedeza bicolor Yakushima
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Papilionaceae
Fiori:
Simili a quelli dei piselli, papilionacei, rosso-lilla portati in grappoli
Dimensioni:
Raggiunge facilmente i tre metri di lunghezza, mentre l'altezza difficilmente supera i 150 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Caduco e composto, ricadente
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Drastica a fine inverno, abbassare le chiome fino a 30-50 cm dal terreno
Curiosità:
Schede Correlate

Rosmarinus

 Descrizione Arbusto inconfondibile sia per le foglie sempreverdi, strette, molto fitte e verde scuro, sempre molto aromatiche, sia per i fiori, anch’essi profumati di color blu, bianchi o rosa, a […]

Sorbaria

 Descrizione Piante decidue dal portamento compatto e vigoroso, globoso o eretto, molto pollonifere. Le foglie hanno una vaga somiglianza a quelle del frassino, composte da foglioline dentate, verdi e molto […]

Aucuba

 Descrizione Un genere di arbusti sempreverde, rustici di origine orientale dalla forma arrotondata. In passato erano diffuse molte varietà ma oggi sono al massimo reperibili nei vivai tre o quattro […]