Epimedium

 Descrizione

Tutti gli Epimedium o “fiori degli elfi”, sono erbacee perenni dalle fioriture non troppo appariscenti, ma i piccoli fiori a coppa con speroni, bianchi, gialli, porpora, spesso bicolore (dipende dalla varietà), sono sempre un’apparizione discreta e affascinante, dotati di una speciale eleganza.

Anche le foglie mostrano aspetti ornamentali particolari: caduche o semi-sempreverdi, cuoriformi e verde brillante che però sia in primavera sia in autunno, (ma alcune varietà per tutta la stagione vegetativa), virano in intriganti variegature bronzee o ramate.

 Principali specie e varietà

Epimedium alpinum, con fiori rosso-violacei, presenta foglie leggermente cuoriformi di color verde, che virano verso il rosso-bronzo in autunno. Altezza 15-20 cm.
Epimedium brevicornu, con fiori bianchi dal centro giallo.
Epimedium x cantabrigiense, un ibrido con fiori bianco-rosati con la gola gialla e fogliame bronzeo autunnale.
Epimedium davidii, con foglie giovani color rame che da adulte diventano verdi e fiori gialli con sepali interni rosso scuro.
Epimedium diphyllum, con foglie da triangolari a cordate, presenta fiori bianchi, campanulati e penduli.
Epimedium elongatum, con foglie basali ovato-cordate dal margine appuntito e fiori bianco-giallastri.
Epimedium ´Fire Dragon´, una stupenda varietà  caratterizzata da fiori gialli e bianchi che creano un notevole contrasto di colore con le brattee viola-porpora.
Epimedium grandiflorum, con fiori che vanno dal bianco al viola, passando per varie tonalità  di rosa.
Epimedium leptorrhizum, con grandi foglie e venature marcate, presenta fiori rosa-lilla.
Epimedium membranaceum, con grandi fiori primaverili gialli in contrasto con le brattee di colore più chiaro. Molto particolari le verdi foglie screziate rosso vino.
Epimedium ogisui, con fiori speronati bianco puro, in contrasto con le giovani foglie di color rosso vivo.
Epimedium perralderianum, con foglie verdi maculate di rosso, che diventano rosso-bronzo in autunno e fiori gialli estivi, riuniti in racemi.
Epimedium pinnatum, con verdi foglie tomentose che diventano rossastre in autunno e fiori giallo sole.
Epimedium pubigerum, con foglie cordate lucide e di color verde scuro, presenta fiori giallastri con sepali bianco-rosati.
Epimedium x rubrum, con foglie giovani rossastre, dalla venature verdi ben evidenziate, presenta fiori rosso cremisi che sbocciano in maggio.
Epimedium sagittatum, con foglie cuoriformi verde chiaro che virano verso il giallo, bronzo e rosso prima di cadere. I fiori sono composti da 4 petali triangolari rosa pallido, circondati da altrettanti sepali bianchi.
Epimedium x versicolor ´Sulphureum´ (foto), con foglie cordate finemente dentate e petali giallo brillante con sepali più chiari.
Epimedium x warleyense, con le giovani foglie variegate di rosso e fiori rosso-ramati.
Epimedium x youngianum, con foglie autunnali rosso-arancio e fiori primaverili rosa.

 Coltivazione

Amano l’ombra e si adattano bene anche ai terreni sabbiosi, meglio se fertili e al riparo dai venti più freddi. Messi in folti gruppi, procurano una gioia intensa in primavera, quando i fiori sembrano danzare su un tappeto dai caldi colori. Fatene gruppi numerosi per ottenere un ottimo risultato estetico. Cure poche: concimazioni regolari in autunno e primavera, tagliare la vegetazione vecchia a fine inverno.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Berberidaceae
Fiori:
A coppa con speroni, bianchi, gialli, porpora, spesso bicolore
Dimensioni:
Non superano i 40-50 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Caduche o semi-sempreverdi, cuoriformi e verde brillante
Esposizione:
Ombra o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi o sabbiosi
Potatura:
A fine inverno per stimolare la nuova vegetazione
Curiosità:
Schede Correlate

Senecio cineraria

 Descrizione Coltivata sopratutto nel nord Italia, come pianta annuale, la Senecio cineraria è una perenne, che riesce se ben protetta, a superare le fredde temperature invernali. Si tratta di una […]

Ophiopogon

 Descrizione Di questo genere, appartenente alla famiglia delle Asparagaceae, sono essenzialmente due le specie conosciute e reperibili nei vivai: Ophiopogon japonicus e Ophiopogon planiscapus ´Nigrescens´. Ambedue, hanno un portamento cespitoso, che ricorda quello […]

Edraianthus

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, sono delle perenni sempreverde a cuscino con foglie lineari come quelle delle graminacee, un po’ pelosette. L’altezza è di circa 10 […]