Dracaena

 Descrizione

Questi arbusti o alberi appartengono ad una delle più vaste famiglie botaniche, le Asparagaceae. Quindi parenti alla lontana di tulipani, Lilium, Sansevieria e Muscari. In particolare le Dracaena sono piante sempreverdi originarie delle zone tropicali dell’Africa, caratterizzate dalle foglie lanceolate o lineari, riunite in rosette all’apice di fusti legnosi, spesso erette, ma anche pendule o ricadenti.

A seconda della specie e varietà cambiano le variegature e la colorazione, rendendole tra le più decorative piante da appartamento. I fiori sono piccoli e insignificanti, riuniti in infiorescenze che nella specie Dracaena fragrans sono intensamente profumati.

In appartamento o in serra raggiungono facilmente i 200-300 cm di altezza, ma nei luoghi di origine alcune specie superano i 10 metri. Sono comunque molte le varietà nane che non superano il metro.

 Principali specie

Dracaena draco, originaria delle Canarie, è una pianta molto longeva, presenta foglie lunghe 40-50 cm, molto dure e lanceolate.
Dracaena marginata (foto), una delle piante da appartamento più conosciute, presenta fusti sottili e foglie sulla sommità di essi a formare dei caratteristici ciuffi.

 Coltivazione

Tutte le Dracaena amano il clima caldo con minime invernali che non scendano sotto i 12 °C. Quindi preferiscono posizioni riparate dal vento e con una buona luminosità (oltre i 2500 lux); meglio evitare però la luce diretta del sole.

Al sud non sono poche le situazioni favorevoli alla loro coltivazione in giardino, magari riparate da un muro o siepi dai venti freddi del nord. Sono piante che desiderano un buon apporto idrico nella stagione primaverile e estiva, mentre d’inverno è bene ridurre le innaffiature al minimo; però sono favorite da una umidità  costante ed elevata dell’aria, a tal fine è bene nebulizzare periodicamente le piante, soprattutto d’inverno.

Il terreno per la Dracaena, deve essere fertile ma molto ben drenato, quindi una miscela di torba, compost e foglie (faggio) sarebbe l’ideale.

Dalla primavera all’autunno è anche bene fertilizzare ogni 20-30 giorni, con un complesso di macro e microelementi a basso contenuto di azoto.

Controllare almeno una volta all’anno la crescita radicale ed eventualmente provvedere al loro rinvaso aumentando la dimensione del vaso di un paio di misure.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asparagaceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti. In alcune specie molto profumati
Dimensioni:
In appartamento non superano i 200-300 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Fertilizzare ogni 20-30 giorni, con un complesso di macro e microelementi
Foglie:
Lanceolate o lineari, riunite in rosette
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, rimanere oltre i 12 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame deperito
Curiosità:
Schede Correlate

Orchidea

 Descrizione Le orchidee appartengono alla famiglia delle Orchidaceae. Comprende molti generi e un numero imprecisato di specie, sicuramente oltre le 35.000, ma la cifra potrebbe aumentare se teniamo conto che […]

Kentia

 Descrizione È la pianta da appartamento tipica e immancabile nelle case liberty, poi lasciata quasi cadere in oblio, quindi attualmente riconsiderata per gli spazi ampi e i saloni, anche in […]

Begonia Dragon Wing Red

 Descrizione Un particolare ibrido di begonia, caratterizzato da un aspetto ricadente e con una abbondante fioritura estiva e autunnale. Molto vigorosa e ben ramificata, ideale per cesti appesi è indicata […]