Lithops

 Descrizione

Genere di succulente appartenenti alla famiglia delle Aizoaceae, sono originarie delle zone desertiche della Namibia e del Sudafrica. Questo genere è anche conosciuto con il nome di “Sassi viventi” o “pietre viventi”,il nome botanico difatti, derivante dal greco significa “aspetto di pietra”.

Le foglie sono molto carnose, opposte, accoppiate, variamente colorate e decorate; emergono da un quasi invisibile gambo e hanno la parte superiore piatta o leggermente arrotondata.

Dalla fessura centrale che ne divide l´accoppiamento, sbocciano i fiori con numerosi petali, simili a margherite, generalmente di color giallo o bianco.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

 Principali specie

Lithops aucampiae, con foglie accoppiate, che formano un corpo di 2-3 cm di diametro, sono di colore variabile dal sabbia al marrone chiaro, puntinate di marrone scuro o verde. Producono fiori giallo sole.
Lithops bromfieldii, con foglie dal grigio al marrone, con puntinature verde scuro, formano un corpo del diametro di 1,5-3 cm.
Lithops fulviceps, sono grigiastri con sfumature rosate e presentano fessure poco profonde, con diametro di 2-3 cm. Producono fiori gialli.
Lithops herrei, con foglie grigiastre e con striature più scure, presentano fessure profonde e un diametro di 2-3 cm. Producono fiori gialli.
Lithops julii, con foglie verde scuro, con maculature più scure, producono fiori bianchi e sono di 2-3 cm di diametro.
Lithops karasmontana, con foglie dal verde chiaro al sabbia, presentano la superficie fessurata e rugosa. Da 1,5 a 3 cm di diametro, producono fiori bianchi.
Lithops leslie, con numerose varietà  che vanno dal verde oliva al marrone. I fiori, sempre secondo le varietà , possono essere bianchi o gialli.
Lithops optica ´Rubra´, caratterizzata dall´assenza di maculature, presenta foglie grigio-verdi con sfumature rosso-violacee.
Lithops salicola, con corpi grigiastri di 2-2,5 cm di diametro, presenta maculature rosso-verdastre sulla superficie superiore. Produce fiori bianchi.

 Coltivazione

Ci sono due cose da tenere ben presente per una ottimale coltivazione delle Lithops: le annaffiature e l´illuminazione. Durante il cambio delle foglie, le annaffiature devono essere sospese fino a quando quelle vecchie non si saranno completamente seccate.

Per quel che riguarda l´illuminazione dovranno essere poste a dimora in un luogo molto luminoso, anche in pieno sole, evitando però le ore più calde delle giornate estive, che le procurerebbero pericolose “scottature”; il fattore luce è molto importante perché la sua mancanza tende a far crescere in altezza la piante, appunto alla ricerca di luce, compromettendo così la loro tipica somiglianza alle pietre.

Il terreno dovrà essere ben drenato, preferendo terreni poveri, miscelati a materiale grossolano per favorire un buon drenaggio. Le temperature ideali oscillano dai 10 ai 25 °C.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Aizoaceae
Fiori:
Generalmente gialli o bianchi, solitamente autunnali, dura circa una settimana
Dimensioni:
Pochi centimetri
Irrigazione:
Leggere ma frequenti, tranne al cambio delle foglie
Concimazione:
Foglie:
Molto carnose, accoppiate ed opposte
Esposizione:
Pieno sole e in estate solo al mattino
Temperature:
Dai 10 ai 25°C
Terreno:
Sciolto e molto drenato
Potatura:
Curiosità:
Occorrono piante di diverse varietà per avere semi fertili
Schede Correlate

Gasteria

 Descrizione Genere di piante succulente originarie del Sudafrica, appartengono alla famiglia delle Asphodelaceae. Le Gasteria presentano foglie carnose, disposte a rosetta, con colori che vanno dal verde chiaro al verde […]

Pachyphytum

 Descrizione Genere di piante grasse poco numeroso, appartengono alla famiglia delle Crassulaceae, e sono originarie del Messico. Imparentate con le piante del genere Echeveria, si differenziano per la forma delle […]

Crassula tetragona

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, la Crassula tetragona, presenta fusti eretti, con foglie allungate, appuntite, di color verde scuro e sovrapposte, che spuntano sugli internodi ruotate di 90° rispetto […]