Lewisia

 Descrizione

Entrate recentemente nel panorama vivaistico Italiano, (da non più di 12-15 anni), si sono rivelate immediatamente piante di sicuro successo per le straordinarie coloratissime fioriture. Sono erbacee succulente che formano ciuffi e rosette di foglie spesse e carnose, di color verde scuro e lucide.

Le più diffuse sono gli ibridi di Lewisia cotiledon (foto), che presentano fiori a forma di piatto, larghi anche 3-4 cm e riuniti in infiorescenze non troppo fitte su steli ramificati allungati e delicati. Sbocciano in primavera e spesso producono una seconda fioritura autunnale. I colori vanno dal bianco puro all’arancio salmone, passando per molte sfumature di rosa.

Meno comuni, ma molto interessanti sono le Lewisia rediviva, dai fiori imbutiformi grandi. Oppure Lewisia pygmaea con fogliame caduco e fiori piccoli ma numerosi, che sbocciano per tutta l’estate di color rosa magenta. L’altezza massima è di 25 cm.

 Altre specie

Lewisia brachycalyx, con foglie color glauco e fiori bianchi, a volte sfumati di rosa.
Lewisia columbiana, con foglie sempreverdi e fiori bianchi venati di rosso, talvolta color magenta.
Meno conosciute ma appartenenti anch´esse a questo genere: Lewisia nevadensis e Lewisia tweedyi.

 Coltivazione

Necessitano di un ottimo drenaggio, un terreno fertile e in ombra parziale, con un pH dal neutro al lievemente acido. Si consiglia di unire al terreno della ghiaia e di spargerne anche in superficie.

Sono piante ideali per la coltivazione nel giardino roccioso, soprattutto nelle posizioni di fessura o accanto a rocce che garantiscano un opportuno ombreggiamento nelle ore calde. Sono molto indicate anche per la coltivazione in ciotola o vasi.

Concimare con moderazione in primavera con  fertilizzante minerale a lente cessione e irrigare nei periodi asciutti senza provocare ristagni.

 

Lewisia cotiledon

 

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Portulacaceae
Fiori:
A forma di piatto, larghi anche 3-4 cm e riuniti in infiorescenze non troppo fitte
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Ciuffi e rosette di foglie spesse e carnose, di color verde scuro e lucide
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Dianthus caryophyllus

 Descrizione Conosciuto con il nome comune di garofano dei fioristi, il Dianthus caryophyllus è una pianta originaria dell´Europa sud-occidentale, Italia compresa. Antenato dei selvatici garofani da giardino è senza dubbio […]

Tradescantia

 Descrizione Ultimamente, stanno avendo il successo che si meritano, queste belle erbacee dall’aspetto cespitoso, vigoroso, con radici robuste e carnose. Non troppo ordinate, sono facilmente riconoscibili per i fiori a […]

Campanula

 Descrizione Genere vastissimo appartenente alla famiglia delle Campanulaceae, sono erbacee presenti praticamente in ogni giardino. Le specie sono veramente tante ed è difficile catalogarle tutte, quindi i giardinieri preferiscono suddividerle […]