Hippophae (Olivello)

 Descrizione

La specie più utilizzata di questo arbusto spinoso e non privo di attrattiva è l’Hippophae rhamnoides (foto), ovvero l’olivello spinoso. E’ facilmente riconoscibile per il portamento eretto (ma se lasciato senza cure e potature può diventare ampio, globoso o addirittura espanso e un po’ disordinato), per le foglie strette che assomigliano vagamente a quelle dei salici, verde argentate. I rami presentano spine acuminate e dure; formano un vero ostacolo nelle siepi difensive. La fioritura è insignificante ma la produzione di bacche che ne segue è un vero trionfo. Le bacche sono piccole, arancio e ricoprono molti rami dall’autunno all’inverno. Nel Nord Europa e Russia vengono ancora ampiamente utilizzate per produrre bevande energetiche e per estrarre la vitamina C e altre vitamine. Raggiunge dimensioni di tutto rispetto, fino a 6 mt. di altezza per altrettanti di larghezza.

Tra le specie appartenenti a questo genere, ricordiamo anche:
Hippophae salicifolia, con foglie di un pallido verde-argento, lunghe 3-7 cm e larghe 5-7 mm. Le piante maschili producono fiori rosso-brunastri mentre quelle femminili, bacche di 5-10 mm di diametro, di color arancio.
Hippophae sinensis, di veloce crescita, anch´esso presenta piante maschili e piante femminili. Fiorisce nel mese di aprile e le bacche maturano verso settembre-ottobre.

 Coltivazione

I suoi luoghi d’elezione sono i litorali marini del Nord Europa, ma è un arbusto molto adattabile, tanto da poter resistere sia in clima caldo e secco che in quello freddo nelle vallate alpine, l’unica raccomandazione è il terreno ben drenato, meglio se sabbioso. Se l’intento è quello di ottenere tante bacche, allora si dovranno mettere a dimora sia individui maschili che femminili. Oltre che per la produzione delle bacche è un arbusto senz’altro valido come siepe ornamentale, meglio se formata con opportune potature, oppure come siepe antintrusione. Le concimazioni e le irrigazioni con questa pianta sono ridotte al minimo.

 Foto Gallery
Hippophae rhamnoides hedge   Hippophaë rhamnoides
 

Hippophae rhamnoides (Sea-Buckthorn) - 06 - foliage

   

Our winter orange

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Elaeagnaceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
Strette che assomigliano vagamente a quelle dei salici
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati, o per mantenere la forma
Curiosità:
Schede Correlate

Lonicera tatarica

 Descrizione Arbusto a foglia caduca vigoroso e frugale, con portamento da eretto ad allargato, originario delle regioni comprese tra il Caucaso e l’Altai. Introdotto in Europa nel 1752, può raggiungere […]

Hibiscus

Ampio genere che comprende perlopiù arbusti caduchi (o sempreverdi) dalla fioritura vistosa, esuberante e dall’aspetto “esotico”. I colori sono vivaci, dal bianco al porpora scuro (comprese molte sfumature di blu […]

Spartium

 Descrizione L’unica specie reperibile nei vivai è Spartium junceum (foto), ovvero la “ginestra dei carbonai” o “ginestra di Spagna”. Il portamento eretto diventa più ampio e globoso da adulto. La […]