Hippophae (Olivello)

 Descrizione

La specie più utilizzata di questo arbusto spinoso e non privo di attrattiva è l’Hippophae rhamnoides (foto), ovvero l’olivello spinoso. E’ facilmente riconoscibile per il portamento eretto (ma se lasciato senza cure e potature può diventare ampio, globoso o addirittura espanso e un po’ disordinato), per le foglie strette che assomigliano vagamente a quelle dei salici, verde argentate. I rami presentano spine acuminate e dure; formano un vero ostacolo nelle siepi difensive. La fioritura è insignificante ma la produzione di bacche che ne segue è un vero trionfo. Le bacche sono piccole, arancio e ricoprono molti rami dall’autunno all’inverno. Nel Nord Europa e Russia vengono ancora ampiamente utilizzate per produrre bevande energetiche e per estrarre la vitamina C e altre vitamine. Raggiunge dimensioni di tutto rispetto, fino a 6 mt. di altezza per altrettanti di larghezza.

Tra le specie appartenenti a questo genere, ricordiamo anche:
Hippophae salicifolia, con foglie di un pallido verde-argento, lunghe 3-7 cm e larghe 5-7 mm. Le piante maschili producono fiori rosso-brunastri mentre quelle femminili, bacche di 5-10 mm di diametro, di color arancio.
Hippophae sinensis, di veloce crescita, anch´esso presenta piante maschili e piante femminili. Fiorisce nel mese di aprile e le bacche maturano verso settembre-ottobre.

 Coltivazione

I suoi luoghi d’elezione sono i litorali marini del Nord Europa, ma è un arbusto molto adattabile, tanto da poter resistere sia in clima caldo e secco che in quello freddo nelle vallate alpine, l’unica raccomandazione è il terreno ben drenato, meglio se sabbioso. Se l’intento è quello di ottenere tante bacche, allora si dovranno mettere a dimora sia individui maschili che femminili. Oltre che per la produzione delle bacche è un arbusto senz’altro valido come siepe ornamentale, meglio se formata con opportune potature, oppure come siepe antintrusione. Le concimazioni e le irrigazioni con questa pianta sono ridotte al minimo.

 Foto Gallery
Hippophae rhamnoides hedge   Hippophaë rhamnoides
 

Hippophae rhamnoides (Sea-Buckthorn) - 06 - foliage

   

Our winter orange

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Elaeagnaceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
Strette che assomigliano vagamente a quelle dei salici
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati, o per mantenere la forma
Curiosità:
Schede Correlate

Tamarix

 Descrizione Il Tamarix conosciuto anche con il nome di tamerice, è uno stupendo arbusto deciduo inconfondibile per l’aspetto piumoso della sua vegetazione. I rami arcuati sono letteralmente ricoperti di foglie […]

Buxus

 Descrizione Questo genere di arbusti sempreverdi è probabilmente uno dei più utilizzati in giardino e hanno avuto un passato addirittura glorioso nei giardini rinascimentali italiani e francesi quando la maggior […]

Abelia x grandiflora

 Descrizione Ibrido rustico, dal portamento espanso, presenta rami (rossastri) leggermente ricadenti, foglie ovate, leggermente appuntite di color verde brillante. Fiorisce da giugno ad ottobre con una moltitudine di piccoli fiori […]