Spiraea thunbergii

 Descrizione

Originario della Cina, ma da lungo tempo coltivato e naturalizzato in Giappone, da dove fu introdotto in Europa intorno al 1863, è un arbusto deciduo molto popolare e conosciuto, ed è anche la prima spirea a fiorire in primavera, con una massa spettacolare di fiorellini bianchi riuniti in corimbi e distribuiti lungo i numerosi, sottili, rami penduli. La Spiraea thunbergii, ha portamento aggraziato e naturalmente arrotondato, e spesso si sviluppa più in larghezza che in altezza, ma mantiene dimensioni contenute (h cm 150-180).

Le foglie strettamente lanceolate e glabre, lunghe cm 2,50-4, larghe cm 0,20-0,50, acute e di colore verde chiaro, conferiscono alla pianta, anche in assenza di fioritura, un aspetto leggiadro e arioso: per questa caratteristica può essere interessante accostare la Spiraea thunbergii ad essenze dal fogliame più grande e marcato, al fine di ottenere piacevoli contrasti di verde e di tessitura; degno di nota è poi il viraggio autunnale nei toni del giallo e del ruggine.

Coltivazione

Pianta accomodante e di facile coltura in tutti i terreni ben drenati e non troppo asciutti, in pieno sole o mezz’ombra. Per mantenerla compatta e fiorifera si possono effettuare potature di ringiovanimento ogni 4-5 anni, subito dopo la fioritura. Rustica sino a -20 °C.

Foto Gallery
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Dimensioni:
Irrigazione:
Concimazione:
Foglie:
Esposizione:
Temperature:
Terreno:
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Aralia

 Descrizione Le Aralia, si riconoscono facilmente dagli altri arbusti per le enormi foglie composte verde scuro, lunghe anche più di 1 metro che virano in calde tonalità in autunno. In […]

Poncirus

Descrizione Pianta interessante dal punto di vista ornamentale per il portamento arrotondato e i rami verdi dotati di spine, nonché per i numerosi frutti autunnali non commestibili (non tossici, ma […]

Lonicera tatarica

 Descrizione Arbusto a foglia caduca vigoroso e frugale, con portamento da eretto ad allargato, originario delle regioni comprese tra il Caucaso e l’Altai. Introdotto in Europa nel 1752, può raggiungere […]