Aster (Astro)

 Descrizione

Uno dei generi di erbacee perenni ornamentali tra i più vasti e comprende sia specie e varietà a fioritura primaverile-estiva che autunnale. Per comodità tra i giardinieri, vengono quindi classificati in base al momento della fioritura.

Di solito gli Aster primaverili-estivi sono varietà e ibridi delle specie Aster alpinus e Aster amellu, di piccole dimensioni (al max 40-50 cm), con portamento eretto e foglie che formano una fitta copertura alla base verde scuro. I fiori assomigliano a margherite con il cuore giallo e possono essere bianchi, rosa, lillà, blu.

Gli Aster autunnali invece sono quasi tutti facenti capo alla specie Aster novi-belgii e Aster novae-angliae. Questi si caratterizzano per la fioritura in un periodo inusuale e molto interessante per il giardino che è la tarda estate e l’autunno. I fiori assomigliano anche qui a margherite con il cuore giallo ma dai petali molto fitti, riuniti in infiorescenze più o meno dense. L’altezza degli Aster autunnali è mediamente maggiore dei precedenti e può arrivare a 130-150 cm, ma di solito quasi tutte le varietà si attestano intorno ai 70-80 cm. I colori variano dal bianco al blu, passando per rosa e rosso.

 Coltivazione

Sono piante rustiche che amano i terreni freschi, ben drenati e al sole. Si adattano anche ai terreni poco fertili e in questo caso possono presentare una crescita più contenuta e una fioritura limitata. Per contro un eccessivo nutrimento, soprattutto azoto, li rende suscettibili agli attacchi parassitari, e in particolare ai funghi.

Tutti gli Aster non sopportano i ristagni di acqua, anche se nel periodo estivo è bene non far mancare una periodica irrigazione.

Evitare le posizioni troppo ombreggiate dato che ne mortificherebbe l’abbondante fioritura. Gli aster di bassa statura sono ottime piante per i giardini rocciosi, mentre quelli più alti s’impiegano in bordi misti o per formare ampie macchie colorate inframmezzate di graminacee ornamentali dai colori caldi.

Per mantenere le piante sane e vigorose si consiglia di dividere, in primavera, i cespi ogni 3-4 anni.

 

 

Aster amellus ´Rudolph Goethe´

Un bellissimo aster autunnale che anno dopo anno forma un cespo sempre più folto, da coltivare in terreno fertile e soleggiato.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Assomigliano a margherite con il cuore giallo e possono essere bianchi, rosa, lillà, blu
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Formano una fitta copertura alla base, verde scuro
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a - 20° C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Dracocephalum

 Descrizione Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso […]

Calceolaria

 Descrizione Le Calceolaria, sono piccole erbacee originarie dell´America appartenenti alla famiglia delle Calceolariaceae, con specie annuali e perenni, alcune sempreverdi, con portamento spesso a cuscino strisciante. La foglia può essere […]

Penstemon

 Descrizione Sempre troppo poco considerate, per la nomea di piante poco rustiche, ovvero che debbano essere riparate durante l’inverno. Invece si tratta di erbacee o suffrutici che dimostrano di non […]