Aster (Astro)

 Descrizione

Uno dei generi di erbacee perenni ornamentali tra i più vasti e comprende sia specie e varietà a fioritura primaverile-estiva che autunnale. Per comodità tra i giardinieri, vengono quindi classificati in base al momento della fioritura.

Di solito gli Aster primaverili-estivi sono varietà e ibridi delle specie Aster alpinus e Aster amellu, di piccole dimensioni (al max 40-50 cm), con portamento eretto e foglie che formano una fitta copertura alla base verde scuro. I fiori assomigliano a margherite con il cuore giallo e possono essere bianchi, rosa, lillà, blu.

Gli Aster autunnali invece sono quasi tutti facenti capo alla specie Aster novi-belgii e Aster novae-angliae. Questi si caratterizzano per la fioritura in un periodo inusuale e molto interessante per il giardino che è la tarda estate e l’autunno. I fiori assomigliano anche qui a margherite con il cuore giallo ma dai petali molto fitti, riuniti in infiorescenze più o meno dense. L’altezza degli Aster autunnali è mediamente maggiore dei precedenti e può arrivare a 130-150 cm, ma di solito quasi tutte le varietà si attestano intorno ai 70-80 cm. I colori variano dal bianco al blu, passando per rosa e rosso.

 Coltivazione

Sono piante rustiche che amano i terreni freschi, ben drenati e al sole. Si adattano anche ai terreni poco fertili e in questo caso possono presentare una crescita più contenuta e una fioritura limitata. Per contro un eccessivo nutrimento, soprattutto azoto, li rende suscettibili agli attacchi parassitari, e in particolare ai funghi.

Tutti gli Aster non sopportano i ristagni di acqua, anche se nel periodo estivo è bene non far mancare una periodica irrigazione.

Evitare le posizioni troppo ombreggiate dato che ne mortificherebbe l’abbondante fioritura. Gli aster di bassa statura sono ottime piante per i giardini rocciosi, mentre quelli più alti s’impiegano in bordi misti o per formare ampie macchie colorate inframmezzate di graminacee ornamentali dai colori caldi.

Per mantenere le piante sane e vigorose si consiglia di dividere, in primavera, i cespi ogni 3-4 anni.

 

 

Aster amellus ´Rudolph Goethe´

Un bellissimo aster autunnale che anno dopo anno forma un cespo sempre più folto, da coltivare in terreno fertile e soleggiato.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Assomigliano a margherite con il cuore giallo e possono essere bianchi, rosa, lillà, blu
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Formano una fitta copertura alla base, verde scuro
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a - 20° C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Dodecatheon

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Primulaceae, sono endemiche dell´America del Nord e della Siberia. Il genere comprende all´incirca 14 specie e la più conosciuta è la Dodecatheon meadia […]

Aquilegia

 Descrizione Vasto genere di erbacee caduche abbastanza comuni per la facilità con cui si possono coltivare e la grande gamma di colori disponibili reperibili nei vivai specializzati. Il portamento è […]

Leontopodium

 Descrizione Il Leontopodium alpinum (foto), detta anche “Stella alpina” o “Edelweiss”, sono i più conosciuti fiori di montagna che possono essere coltivati anche in bassa quota. Ricordiamo che si tratta […]