Echinops

 Descrizione

Dal portamento eretto e cespitoso, gli steli delle Echinops possono raggiungere l’altezza di 100 cm. Le foglie sono verde scuro sopra e argentee sotto, cuoiose e spinose. I fiori sono piccoli riuniti in infiorescenze globosi, di colore blu scuro o bianco.

Si prestano bene come fiori da taglio o da cogliere prima del completamento della fioritura per essiccarli. La fioritura si sviluppa nel pieno dell’estate, quando nel giardino scarseggiano fioriture e colori.

Principali specie

Echinops bannaticus, con capolini di color azzurro, fioriscono in piena estate. Le foglie verde scuro sono spinose e tomentose sulla pagina inferiore. Altezza 80-100 cm.
Echinops exaltatus, con foglie profondamente lobate e capolini di fiori grigio-azzurri.
Echinops ritro (foto), con foglie senza spine, di color grigio-verde, presenta fiori azzurri che fioriscono in luglio-agosto. Altezza 80-100 cm.
Echinops sphaerocephalus, con foglie spinose verde scuro e capolini di color bianco. La varietà ‘Arctic Glow’ , presenta fiori bianco-argentei. Altezza 80-90 cm.
Echinops strigosus, con foglie ellittiche e fiori dal bianco al blu elettrico.

 Coltivazione

Le piante del genere Echinops, si collocano bene in pieno sole, in terreni poveri e leggeri. Si tratta di piante rustiche che ben sopportano i rigori dell’inverno. Per formare macchie di colore si consiglia di collocarne alcuni esemplari distanziandoli di circa 40 cm uno dall’altro.

Sono piante ideali per i bordi misti in campagna e in montagna. Concimare in primavera con fertilizzante minerale complesso e irrigare solo se necessario. Si consiglia di eliminare gli steli sfioriti per stimolare  la nuova vegetazione.

 

Echinops ritro

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Piccoli e riuniti in infiorescenze globose
Dimensioni:
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Verde scuro sopra e argentee sotto, cuoiose e spinose
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria, esclusivamente per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Schede Correlate

Saxifraga

 Descrizione Possiamo affermare senza temere smentite, che sono loro le vere regine dei giardini rocciosi. Le specie appartenenti a questo genere si dividono per comodità in base alle loro esigenze […]

Berkheya

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, sono originarie del Sud Africa; la rappresentante più significativa è Berkheya purpurea (foto), una magnifica pianta dal portamento cespitoso con lunghi […]

Eryngium

 Descrizione Erbacee molto originali per i fiori dai riflessi metallici e il portamento eretto e ramificato. Le foglie sono profondamente dentate, ovali trilobate o pentapartite o triangolari, a seconda della […]