Kalanchoe

 Descrizione

Piante grasse appartenenti alla famiglia delle Crassulaceae, le Kalanchoe sono molto conosciute ed impiegate come piante ornamentali d´appartamento, sia per il bel portamento, sia per la fioritura molto colorata. Ben ramificate fin dalla base, raggiungono mediamente i 50 cm di altezza e molto raramente, alcune specie, anche il metro.

Grazie alle innumerevoli varietà, i fiori coprono l´intera gamma di colori, generalmente sono a quattro petali e si sviluppano sull´apice dei rami. Le foglie hanno diverse conformazioni a seconda della specie: tondeggianti, oblunghe o anche con i margini seghettati come in Kalanchoe daigremontiana (foto), con la pagina superiore delle foglie color verde brillante e grigiastra quella inferiore. I fiori, che sbocciano sul finire dell´inverno sono dal rosso tenue fino al rosso vivo.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

 Principali specie

Kalanchoe beharensis, originaria del Madagascar, con piccoli fiori primaverili e foglie cuoriformi, vellutate color giallo-marrone.

Kalanchoe daigremontiana, relativa scheda cliccando sul nome.
Kalanchoe marmorata, con fiori bianchi e foglie succulente verdi-azzurre obo-ovate.
Kalanchoe pumila, con fiori color rosa chiaro e portamento prostrato o semi-prostrato, presenta foglie lanceolate dai margini dentati.
Kalanchoe thyrsiflora, di dimensioni contenute (20-40 cm di altezza), presenta foglie succulente, disposte a rosetta di color verde-grigio. Le infiorescenze si ergono dal centro della rosetta, su lunghi steli che portano piccoli fiori tubolari, bianchi, gialli o rossi.

 Coltivazione

Ideali piante d´appartamento, le Kalanchoe soffrono già a temperature inferiori ai 10-12 °C e sono amanti della luce ma non della luce diretta del sole, quindi dietro una tenda con i raggi del sole filtrati, andrà benissimo.

Le annaffiature estive, potranno essere anche abbondanti, avendo cura di effettuarle solo a terreno completamente asciutto, anche da qualche giorno; il terreno dovrà essere soffice e ben drenato, in modo da evitare ristagni idrici.

Ogni 2-3 settimane, in primavera e estate, aggiungere all´acqua dell´annaffiatura, del fertilizzante specifico per piante grasse.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Crassulaceae
Fiori:
Ampia gamma di colori a seconda della specie e varietà
Dimensioni:
Raggiungono al massimo i 50 cm di altezza
Irrigazione:
Anche abbondanti nel periodo vegetativo, ma solo a terreno completamente asciutto
Concimazione:
Ogni 2-3 settimane con fertilizzante con elevato contenuto di potassio e fosforo
Foglie:
Molto ornamentali
Esposizione:
Sole filtrato
Temperature:
Minima 10-12 °C
Terreno:
Universale misto a sabbia o altro materiale grossolano
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Rhipsalis

 Descrizione Vasto genere di piante grasse appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, la si trova allo stato selvatico praticamente in tutte le zone tropicali del pianeta. Generalmente piante epifite allo stato […]

Crassula arborescens

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, la Crassula arborescens, è una pianta succulenta originaria del Sudafrica, dove allo stato naturale si presenta sotto forma di arbusto alto anche 3-4 metri. […]

Scilla

 Descrizione Genere di piante appartenenti alla famiglia delle Asparagaceae, sono originarie delle zone a clima temperato e tropicale di tutto il pianeta. Le Scilla sono bulbose adatte alla coltivazione sia […]