Schlumbergera

 Descrizione

Genere di piante originarie delle foreste tropicali brasiliane, sono piante epifite appartenenti alla famiglia delle Cactaceae. I rami sono composti da fusti appiattiti e articolati con la tendenza a biforcarsi; le fioriture sono distribuite lungo tutto l´arco dell´anno a seconda della specie.

In commercio difatti troviamo molti ibridi che a seconda del periodo di fioritura prendono il nome volgare di “cactus di Pasqua” o “cactus di Natale”. Apprezzate piante da appartamento, hanno a seconda delle varietà, fioriture multicolori che durano parecchie settimane; le specie e varietà a portamento ricadente, vengono molto valorizzate se poste in contenitori appesi.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania 

Principali specie e varietà 

Schlumbergera buckleyi, con fusti ramificati e ricadenti, formati da piatti articoli con i margini incisi, lunghi 3-5 cm e larghi 1-2 cm. Da novembre a febbraio la pianta produce fiori dal rosa al magenta, passando dal rosso vivo, lunghi 6-8 cm.
Schlumbergera opuntioides, endemica del Brasile, presenta fusti con segmenti lunghi 4-5 cm, larghi un paio di centimetri e areole bianche provviste di  piccole spine. I fiori sono estivi, lunghi 4-5 cm dal rosa al porpora.
Schlumbergera russelliana, anch´essa originaria del Brasile, presenta numerose ramificazioni composte da articoli ovato-allungati, lunghi 3-4 cm. Fiorisce da fine inverno a primavera con fiori dal rosa al porpora, lunghi 4-5 cm. In condizioni ideali la pianta può crescere fino a 1 metro di diametro per 50 cm in altezza.
Schlumbergera truncata (foto), con articoli appiattiti dai margini crenati e dentati, formano numerosi fusti ramificati che raggiungono i 20-30 cm di altezza per 20-40 cm di diametro. Nella specie tipo i fiori vanno dal rosa al porpora e sbocciano da novembre a gennaio. In Schlumbergera truncata var. crenata, i fiori vanno dal rosso al viola e in Schlumbergera truncata var. delicata sono bianco puro.

Coltivazione

Le Schlumbergera sono piante che gradiscono molta luce, non esposte direttamente alla luce diretta del sole, in terreni poveri e ben drenati.

Le annaffiature dovranno essere leggere ma frequenti durante il periodo vegetativo, dato che prediligono un substrato sempre leggermente umido; vivamente consigliato è l´utilizzo di acqua priva di calcare.

Per le piante a fioritura primaverile è consigliato farle riposare durante il periodo invernale a temperature comprese tra i 10 e i 15 °C, al fine di ottenere delle folte fioriture.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Cactaceae
Fiori:
Bianchi, gialli, rossi o fucsia e durano diverse settimane
Dimensioni:
Irrigazione:
Con acqua non calcarea
Concimazione:
Durante l'estate, una volta al mese con fertilizzante specifico per piante grasse
Foglie:
Esposizione:
Molta luce ma non pieno sole
Temperature:
Riposo invernale tra i 10 e i 15 °C
Terreno:
Povero e ben drenato
Potatura:
Eliminare le parti danneggiate o secche e i fiori appassiti
Curiosità:
Schede Correlate

Sansevieria

 Descrizione Genere molto conosciuto e diffuso, appartenente alla famiglia delle Asparagaceae, sono piante sempreverdi e perenni originarie delle zone tropicali di africane e indiane. Il genere è composto da oltre […]

Mammillaria schiedeana

 Descrizione Originaria del Messico centrale, la Mammillaria schiedeana, presenta un fusto globoso, del diametro di circa 4-5 cm, talvolta appiattito sulla sommità. Molto pollonifera alla base, accestisce con grande facilità […]

Cereus peruvianus

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Cactaceae, il Cereus peruvianus, presenta fusti colonnari, a volte molto ramificati e contorti; lo sviluppo delle ramificazioni presenta caratteristiche molto diverse da un esemplare ad […]