Chamaecyparis

 Descrizione

In questo genere sono comprese poche specie, ma sono state selezionate un numero imprecisato di varietà. Questo genere di conifere, si riconoscono facilmente per il fogliame sempreverde e squamiforme, ovvero minute foglie appiattite e rastremate ai rametti, variabilmente colorate di verde scuro, blu grigio, giallo, a secondo della varietà.

Il portamento può essere da nano e prostrato a conico e allungato, per altezze che possono raggiungere i 20 mt.

 Principali specie e varietà di Chamaecyparis

Chamaecyparis lawsoniana, dalla forma conica con l´estremità appuntita, presenta rami principali penduli e piccole foglie color verde scuro; la corteccia è liscia, a volte sfaldata.
Chamaecyparis obtusa, originaria del Giappone, presenta foglie verde chiaro sulla pagina superiore e maculate di argento in quella inferiore; di crescita molto lenta, ha il tronco diritto e corteccia rossastra.
Chamaecyparis pisifera, anch´essa originaria del Giappone, presenta la chioma conica e tronco di color marrone chiaro.

Come già detto precedentemente per ogni specie tipo, esistono innumerevoli varietà, caratterizzate per il portamento, l´altezza, il colore delle foglie e dei germogli. In foto per esempio, Chamaecyparis pisifera ´Filifera Aurea´, caratterizzata dalla chioma giallo-dorata.

 Coltivazione Chamaecyparis

I Chamaecyparis, vegetano in qualsiasi terreno in pieno sole, anche in clima mediterraneo nel centro sud della penisola.

Prediligono però terreni fertili, profondi, ben drenati e senza ristagni d’acqua.

Temono l’eccesso di calcare e quindi possono essere utilizzati in abbinamento con piante acidofile ed eriche.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Cupressaceae
Fiori:
Dimensioni:
Fino a 20-22 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Fogliame sempreverde e squamiforme
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato, preferibilmente con PH acido
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati, o per mantenere la forma
Curiosità:
Schede Correlate

Araucaria

 Descrizione Stupende conifere fin troppo utilizzate in passato in giardini anche piccoli. Le dimensioni però sono senz’altro rispettabili, anche se raggiunte in molti anni. L’altezza varia dai 15 ai 20 […]

Sequoiadendron

 Descrizione A questo genere appartiene la specie Sequoiadendron giganteum, ovvero la sequoia gigante, che seppur meno alta (30-40 mt), della Sequoia sempervirens, mostra una magnifica conformazione del tronco, un fogliame […]

Larix

 Descrizione Genere di conifere che in ambiente alpino, ha la specie Larix decidua come la più temeraria delle conifere spingendosi volentieri fino a 2200 mt e oltre. Non mancano però […]