Althaea (Alcea)

 Descrizione

Perenni o bienni inconfondibili per il portamento eretto formato da alti steli robusti, che possono superare facilmente i 250 cm. La foglia è lobata e ampia, simile a quella della malva, lievemente dentata.

I fiori sono la parte più decorativa: grandi, semplici o doppi, simili a tenere rose, hanno colori variabili da una varietà all’altra. Bianco, rosso, giallo, passando per tutte le sfumature di questi colori, sono veramente tante le possibilità date da queste piante, dove è reperibile anche una inconsueta varietà a fiore quasi nero: Althaea rosea ´Nigra´.

Sbocciano a fine primavera e durano a lungo, anche per tutta l’estate, fino all’autunno. Per mantenere questa vigoria si consiglia di coltivarle come biennali, ovvero sostituendo ogni due anni le piante.

  Principali specie e varietà  di Althaea

Althaea armeniaca, erbacea perenne alta dai 50 ai 200 cm, presenta foglie basali lievemente lobate, foglie più lunghe ovato-lanceolate e fiori dal rosa al rosa-violetto.
Althaea cannabina, con portamento eretto, raggiunge i 60-80 cm di altezza e produce fiori bianco-rosati, sul finire dell´estate.
Althaea officinalis (foto), con foglie basali arrotondate e foglie superiori lobate e triangolari. Conosciuta anche come Altea comune, presenta fiori bianchi in Althaea officinalis alba e bianco-rosati in Althaea officinalis ´Romney Marsh´.
Althaea rosea, riclassificata dai botanici come Alcea rosea, presenta foglie lobate, rugose e tomentose e fiori dal giallo al rosso passando per il rosa, secondo le varietà . Coltivata come annuale raggiunge mediamente i 150 cm di altezza, mentre come perenne può arrivare anche ai 2,5 metri.

 Coltivazione Althaea

Si coltivano facilmente essendo piante rustiche e adattabili ad ogni condizione, con una preferenza per terreni fertili e posizioni riparate dai forti venti che ne provocano l’allettamento. Evitare le posizioni troppo ombreggiate che ne mortificherebbe l’abbondante fioritura.

Fertilizzare in primavera e autunno con concime organico o minerale a lenta cessione con basso titolo di azoto per non “spingere” eccessivamente la vegetazione a discapito della fioritura.

Irrigare moderatamente e di frequente, perché in caso di siccità prolungata vanno incontro a vistosi problemi di Ruggine (Puccinia).

Sono piante ideali per formare quinte alte a cui abbinare erbacee medie e basse che ne coprano il piede. Allo scopo, disporne una ogni 40-50 cm.

 

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Malvaceae
Fiori:
Grandi, semplici o doppi, simili a tenere rose
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico, integrare nel periodo caldo con poco concime minerale
Foglie:
Lobate e ampie, simili a quelle delle malve
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Cotula

 Descrizione Inconfondibili per l’aspetto di morbido cuscino o tappezzanti molto prostrate e aderenti al terreno. La rappresentante più conosciuta e originale è Cotula hispida (foto), dalle foglie sottili e filiformi, morbidissime […]

Hosta

 Descrizione Si tratta di uno dei migliori generi di piante ornamentali per il fogliame particolarmente decorativo, ma anche per le fioriture tutt’altro che banali. Esistono moltissime varietà di Hosta, dai […]

Saponaria

 Descrizione In ogni giardino roccioso che si rispetti, non dovrebbero mai mancare le Saponarie, erbacee dal portamento espanso a cuscino, la foglia può essere ovale o strettamente lanceolata a seconda […]