Berkheya

 Descrizione

Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, sono originarie del Sud Africa; la rappresentante più significativa è Berkheya purpurea (foto), una magnifica pianta dal portamento cespitoso con lunghi steli eretti, ricchi di foglie spinose. Le foglie sono strette e profondamente lobate, estremamente spinose, di color verde grigio. I fiori, con calici spinosi assomigliano a grandi margherite lillà di consistenza cartacea; sbocciano in piena estate e per un lungo periodo.

 Principali varietà

Berkheya purpurea ´Pink Sensation´, con fiori color lavanda dal centro color lilla scuro.
Berkheya purpurea ´Silver Spike´, con foglie grigio-verdi disposte a rosetta e robusti steli su quali compaiono fiori dai petali color malva.
Berkheya purpurea ´Zulu Warrior´, con fiori color malva dal centro porpora scuro.

 Coltivazione

Piante rustiche da tenere però in posizione calde e soleggiate, in terreni fertili e ben drenati anche umidi. Al termine della fioritura è bene recidere gli steli sfioriti per stimolare la nuova vegetazione, fertilizzare in primavera con concime minerale a basso titolo di azoto. Irrigare moderatamente in piena estate o nei periodi asciutti. Sono piante da  coltivare in grandi giardini rocciosi o per formare gruppi di almeno tre o cinque esemplari.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Calici spinosi che assomigliano a grandi margherite lillà di consistenza cartacea
Dimensioni:
Non superano i 40-50 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Strette e profondamente lobate, estremamente spinose
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Ajuga

 Descrizione Erbacee stolonifere e tappezzanti, con portamento allargato, persistenti o semipersistenti mai alte più di 20-25 cm. Le foglie, riunite in rosette sono ovali o oblunghe, verde scuro nella specie […]

Alchemilla

 Descrizione Pare che il nome Alchemilla derivi dalla parola “alchimista”, ovvero colui che all’origine della medicina usava prelevare di buon mattino la rugiada depositata sulle foglie di questa interessante erbacea […]

Physostegia

 Descrizione Le varietà di questa bella erbacea, più facilmente reperibili presso i vivai, sono tutte derivate da Physostegia virginiana. Una labiata purtroppo poco utilizzata, ma che meriterebbe più attenzione per l’abbondante […]