Liatris

 Descrizione

Le Liatris sono erbacee dal portamento eretto e cespitoso, caratterizzate dal fogliame stretto e allungato come quello di molte graminacee. Dai folti cespi e nel periodo estivo si sviluppano steli robusti che formano nella parte apicale la spiga fiorita, che stranamente inizia a sbocciare partendo dall’alto. I fiori piccoli ma riuniti nella densa infiorescenza cilindrica, sono molto appariscenti.

Solitamente sono reperibili nei vivai le varietà di Liatris spicata nei colori rosa, porpora brillante, rosa violetto, rosa lilla e bianchi.

 Altre specie

Liatris aspera, con fiori arrotondati e soffici di color rosa-porpora, che sono raggruppati in lunghe spighe terminali in cima a gambi eretti e rigidi.
Liatris elegans, con infiorescenze porpora-viola soffuse di bianco, che fioriscono a partire da metà estate.
Liatris ligulistylis, con foglie basali oblungo-lanceolate e fiori rosa-viola, simili a quelli del cardo. Presente anche allo stato spontaneo, dove cresce talvolta fino a 80-90 cm, arriva mediamente ai 50-60 se coltivata.
Liatris mucronata, con foglie strette e lanceolate, produce infiorescenze violacee su steli alti dai 30 ai 90 cm.
Liatris punctata, con numerose foglie strette lungo tutto il fusto, presenta gruppi di fiori stellati viola-porpora, sulla parte terminale dei fusti. Altezza 50-80 cm.
Liatris pycnostachya, probabilmente la specie più alta del genere, raggiunge i 60-120 cm di altezza, anche se allo stato spontaneo può raggiungere, anche se raramente, il metro e mezzo. I gambi derivano da ciuffi basali di strette foglie lanceolate e i fiori rosa-porpora, sono riuniti in soffici spighe terminali.
Liatris scariosa, con fiori simili a quelli del cardo di color rosso-violaceo. Altezza 80-100 cm.
Liatris squarrosa, con stelo centrale di color verde chiaro e foglie, che si alternano lungo tutta la sua lunghezza. Le infiorescenze sono composte da 15-45 fiori tubolari rosa-lilla, composti ognuno da cinque petali biforcati e ricurvi. Altezza 30-90 cm.

 Coltivazione

Amano i terreni fertili e naturalmente umidi, al sole o in mezz’ombra, essendo originari delle zone paludose dell’America Nord Orientale. Sono piante erbacee adatte per formare macchie nei bordi misti, in aiuole accanto ad arbusti a fioritura bianca e perfino in vaso. Il loro habitat ideale è però accanto agli specchi d’acqua.

Pur essendo specie rustiche hanno l’inconveniente di tardare un po’ nell’emissione dei nuovi germogli primaverili, è bene quindi segnalarne la posizione per evitarle di sarchiarle incautamente. Sono ottimi fiori recisi.

Fertilizzare in primavera con stallatico ben maturo e irrigare abbondantemente nei periodi asciutti e soprattutto d’estate.

 

Liatris spicata ´Kobold´

Fotografato dall´alto può sembrare un fiore esotico, una specie di piccola piovra colorata, invece si tratta di un fiore abbastanza comune.

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Piccoli ma riuniti in dense infiorescenze cilindriche
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Allungato come quello di molte graminacee
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Al termine della fioritura
Curiosità:
Schede Correlate

Aquilegia

 Descrizione Vasto genere di erbacee caduche abbastanza comuni per la facilità con cui si possono coltivare e la grande gamma di colori disponibili reperibili nei vivai specializzati. Il portamento è […]

Gazania

 Descrizione Troppo spesso al nord si acquistano piante di Gazania nella convinzione di poterle coltivare come erbacee perenni. In effetti, non si tratta affatto di piante rustiche, quindi dove la […]

Achillea

 Descrizione Genere vastissimo di erbacee accomunate dal fogliame finemente frastagliato, più o meno allungato, talvolta tomentoso e aromatico. Producono infiorescenze appiattite, più o meno fitte e consistenti, in colorazioni che […]