Morina

 Descrizione

Erbacee interessanti, che meriterebbero più ampia diffusione per l’aspetto curioso del fogliame, ampiamente dotato di spine e disposto in ampia rosette. La foglia è aromatica di color verde brillante. Gli steli eretti e forti, si sviluppano dal centro dei raggruppamenti fogliari, fino ad una altezza di 60-80 cm e portano verticilli di fiori lunghi e tubulosi, di aspetto ceroso, bianco rosati, in piena estate. Tra le specie, appartenenti a questo genere, ricordiamo: Morina afghanica, Morina alba, Morina longifolia (foto), Morina persica e Morina polyphylla.

 Coltivazione

Originarie delle montagne himalayane, amano i terreni ben drenati, ma freschi o umidi, in pieno sole. Tutto sommato si tratta di specie rustiche che sopportano senza problemi le basse temperature invernali della Pianura Padana e della fascia prealpina. Per l’aspetto inusuale, sono l’ideale per formare macchie isolate, anche in terreni rocciosi. Fertilizzare moderatamente in primavera con concime organico tipo letame in polvere. Se concimata sviluppa più volentieri fiori rosa.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Caprifoliaceae
Fiori:
Verticilli di fiori lunghi e tubulosi, di aspetto ceroso
Dimensioni:
Non superano i 60-70 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Fogliame dotato di spine e disposto in ampia rosette
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Erodium

 Descrizione Genere di erbacee perenni alla famiglia delle Geraniaceae, è composto da all´incirca da 60 specie e la più conosciuta e utilizzata è Erodium Manescavii (foto); una geraniacea di sicuro effetto […]

Euphorbia

 Descrizione Genere vastissimo che comprende sia erbacee, che arbusti o suffrutici, da pochi centimetri di altezza, fino a 150-160 cm nelle specie più vigorose. L’aspetto è quasi sempre di piante […]

Dracocephalum

 Descrizione Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso […]