Primula vulgaris

 Descrizione

Primula vulgaris è una pianta della famiglia delle Primulaceae, originaria dell´Europa occidentale e meridionale. Il nome comune è primula e deriva dalla parola latina primus che significa primo, in riferimento al tempo di fioritura primaverile precoce.

Si tratta di un perenne che cresce da un´altezza di 10 fino a 30 cm, composta da una rosetta basale di foglie più o meno sempreverdi a dispetto dell´habitat in cui vive. Le foglie sono lunghe da 5 a 25 cm e larghe da 2 a 6 cm, spesso molto rugose, con margini dentellati e picciolo breve.

I fiori delicatamente profumati sono grandi da 2 a 4 cm di diametro, sostenuti singolarmente da steli brevi e sottili. I fiori in genere sono di colore giallo pallido ma in natura si possono anche trovare altri colori come bianco o rosa.

 

Coltivazione

Le piante prosperano lungo torrenti o stagni ed in condizioni adeguate, la primula può coprire un intero terreno in boschi aperti.

La primula è un punto fermo per la realizzazione di impianti e giardini per le abitazioni anche perché ampiamente disponibile come sementi o piante giovani a basso costo.

Cresce meglio in terreni umidi ma ben drenati in ombra leggera e anche in vasi.

Si consiglia di trapiantarle in primavera dopo la fioritura. Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione e pacciamare in autunno con strame fogliare o compost ben maturo.

In aree con alta densità di popolazione a volte ha sofferto un’ eccessiva raccolta tant´è che la rimozione di piante di primula dall´ambiente naturale è illegale in molti paesi, come ad esempio il Regno Unito.

 

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Primulaceae
Fiori:
In genere sono di colore giallo pallido e delicatamente profumati
Dimensioni:
10-30 cm di altezza
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Foglie:
Spesso molto rugose, con margini dentellati, lunghe da 5 a 25 cm e larghe da 2 a 6 cm
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Primavera e autunno con concime organico
Schede Correlate

Hemerocallis

 Descrizione Qualche autore garantisce che si potrebbero costruire interi giardini utilizzando solo gli Hemerocallis. In effetti gli ibridi di queste belle erbacee, sono numerosissimi; in Italia la disponibilità è limitata […]

Lupinus

 Descrizione Il nome probabilmente trae origine dall’aspetto peloso e grigio del tegumento che riveste i semi, oppure dal greco lype, ossia pena o sofferenza, perché un tempo era il cibo […]

Scabiosa

 Descrizione Ottime erbacee per i giardini di campagna, hanno un portamento cespitoso ed eretto o ad ampio cuscino. La foglia basale è lanceolata mentre quelle più in alto diventano pennate […]