x
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi la policyDisabilita Cookies
 >> HOME  >> Arbusti
Si potrebbe dire in modo riduttivo che gli arbusti sono degli alberi senza tronco, ma questo non renderebbe giustizia a quello che più tecnicamente viene definito “piano intermedio” ovvero tutto quel mondo forestale formato da piante alte in genere fino a 5-7 metri, legnose e con rami che si sviluppano fin dalla base. Sono quindi il sottobosco formato da arbusti da ombra, ma anche la savana più luminosa di arbusti spinosi, la macchia mediterranea di arbusti profumati, o ambienti estremi per la vita dell’uomo, ma non per questi affascinanti e adattabili esseri, come le rupi più scoscese dove si abbarbicano i più coraggiosi arbusti rampicanti. I nostri arbusti da giardino, quelli che tutti noi utilizziamo senza troppo pensarci, sono la selezione accurata che intere generazioni di vivaisti hanno operato sui caratteri delle piante selvatiche, facendone gli arbusti da fiore più profumati o colorati per il giardino di campagna o gli arbusti sempreverdi e rigorosi adatti ai giardini formali. Un lavoro silenzioso e amorevole, fatto di tanta passione e tecnica, un lavoro spesso dedicato a chi è già famoso (vedi i nomi delle rose dedicati a re o regine, attrici, uomini politici o musicisti ecc), talvolta più romanticamente offerto alla propria amata o ai figli.

Il lavoro di selezione è qualcosa che va oltre la ricerca dell’utilità dell’uomo, è un desiderio di creazione che nel generare un nuovo arbusto perenne nasconde il desiderio di assomigliare a Dio. Attualmente la ricerca si spinge nel formare arbusti invernali, ovvero che fioriscano anche nella brutta stagione, oppure arbusti da siepe resistenti alle malattie, o ancora arbusti adatti alla coltivazione in vaso, quindi con sviluppo contenuto e dalla forma compatta. Sinteticamente si può riassumere la potatura degli arbusti in due periodi ben distinti: gli arbusti a fioritura primaverile si devono potare dopo la fioritura, mentre quelli a fioritura estiva si devono potare alla fine dell’inverno o inizio della primavera. Per ogni singola pianta che trovate in elenco, sono presenti le schede descrittive, le note di coltivazione e i vivai dove trovarle in vendita.